Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 3714444418 Lun-Ven: 9:30 - 12:30; 16:30 - 19:30 / Sab. Dom. Chiuso

Legge di Bilancio 2022 - Politiche a favore dei Giovani e di Genere

legge-di-bilancio-2022---politiche-a-favore-dei-giovani-e-di-genere
Data
22 febbraio 2022
Inserito da
Studio Caggegi&Mazzeo
Categoria
Agricoltura Finanza Agevolata Lavoro

a cura del Dott. Emanuele Caggegi


Bonus casa under 36

Per favorire l’autonomia abitativa dei giovani, viene prorogato fino al 31 dicembre 2022 il cosiddetto ‘Bonus casa’ (per gli under 36 con un ISEE non superiore a 40.000 euro annui) che alza dal 50% all’80% la garanzia massima concedibile dal ‘Fondo di Garanzia per la prima casa’. Viene inoltre estesa per le compravendite non soggette a Iva, l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale e per gli acquisti soggetti a Iva, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, il riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore. È prevista, inoltre, al ricorrere dei medesimi presupposti, l’esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili ad uso abitativo.


Finanziamento del Fondo per il sostegno alla parità salariale di genere

Viene incrementato il Fondo per il sostegno della parità salariale di genere, istituito nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, per 50 milioni di euro annui a decorrere dal 2023. Tali risorse sono destinate a interventi finalizzati al sostegno e al riconoscimento del valore sociale ed economico della parità salariale di genere e delle pari opportunità sui luoghi di lavoro, nonché al sostegno della partecipazione delle donne al mercato del lavoro, anche attraverso la definizione di procedure per l’acquisizione, da parte delle imprese pubbliche e private, di una certificazione della parità di genere, cui siano connessi benefici contributivi a favore del datore di lavoro.


Incentivi all’imprenditoria agricola femminile

Al fine di favorire l’imprenditoria femminile in agricoltura, viene esteso alle imprese condotte da donne, le misure agevolative del D.Lgs. n. 185/2000 già riservate alla giovane imprenditorialità agricola (dai 18 ai 40 anni).


Adozione di un Piano strategico nazionale per le politiche per la parità di genere

In coerenza con gli obiettivi della Strategia europea per la parità di genere 2020-2025 e con l’obiettivo di dare immediata attuazione ad una delle priorità trasversali del PNRR, che include le politiche per le donne tra i propri obiettivi generali, viene prevista l’adozione di un Piano strategico nazionale per individuare buone pratiche per combattere gli stereotipi di genere, colmare il divario di genere nel mercato del lavoro, raggiungere la parità nella partecipazione ai diversi settori economici, affrontare il problema del divario retributivo e pensionistico e colmare il divario e conseguire l’equilibrio di genere nel processo decisionale.


Potenziamento delle strutture da destinare ad asili nido

Al fine di rimuovere gli squilibri territoriali nell’erogazione del servizio di asilo nido e favorire l’avviamento delle donne nel mondo del lavoro o il ritorno dopo una gravidanza, la manovra interviene sui livelli essenziali di prestazione. Con la misura si traccia un percorso graduale di progressivo ampliamento dei servizi educativi per l'infanzia in base al quale almeno il 33% della popolazione dei bambini potrà usufruire del servizio su base locale nel 2027. A tal fine vengono incrementate le risorse per gli enti locali con un aumento graduale del fondo di solidarietà comunale (20 milioni nel 2022 fino a 800 milioni di euro annui dal 2027), in conformità all’aumento dei posti che si renderanno disponibili per le ingenti risorse che il PNRR destina alla costruzione, alla riqualificazione e alla messa in sicurezza di asili nido e scuole dell'infanzia.


Bonus affitti

Viene potenziato il Bonus affitti, la detrazione Irpef per le locazioni stipulate dai giovani di età superiore ai 20 anni con un reddito annuo non superiore a 15.493 euro. In particolare, l’applicazione della detrazione viene estesa anche al caso in cui il contratto abbia a oggetto una porzione dell'unità immobiliare. Il periodo in cui spetta il beneficio relativo all’immobile adibito a residenza del locatario viene innalzato dai primi tre ai primi quattro anni del contratto e l’importo della detrazione spettante in misura pari al 20% dell'ammontare del canone può essere superiore al precedente importo fisso pari a 991,6 euro entro il limite massimo di 2.000 euro.


Centri per l’impiego

Vengono stanziate a decorrere dal 2022 ulteriori risorse per far fronte agli oneri di funzionamento dei centri per l'impiego, con una destinazione particolare a quelli derivanti dalle attività connesse all'attuazione delle politiche attive del lavoro in favore dei giovani.


Card Cultura

Si stabilizza, a decorrere dal 2022, la cosiddetta Card cultura - introdotta per la prima volta nel 2016 - ai giovani che ogni anno compiono 18 anni. A copertura viene autorizzata la spesa di 230 milioni di euro annui.


Riduzione dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri

Vengono ridotti, in via sperimentale e per un anno, del 50 per cento i contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato al rientro al lavoro dopo il periodo di indennità obbligatoria.


Congedo di paternità

Diventa strutturale, dal 2022, il congedo di paternità sia obbligatorio che facoltativo, e viene confermata la durata, pari, rispettivamente, a 10 giorni e ad un giorno.
 
 
Tutto chiaro fin qui?

Se hai bisogno di aiuto per fugare ogni dubbio in tema di fiscalità, lavoro o altro, clicca qui per ricevere una consulenza su misura.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi o lascia un commento.
Powered by Passepartout