Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 3714444418 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

Incentivi CuraItalia per produzione e fornitura dispositivi medici

incentivi-curaitalia-per-produzione-e-fornitura-dispositivi-medici
Data
27 marzo 2020
Inserito da
Studio Caggegi&Mazzeo
Categoria
Finanza Agevolata

a cura del Dott. Emanuele Caggegi


 


Incentivi CuraItalia per la produzione e la fornitura di dispositivi medici

Incentivi CuraItalia è la misura gestita da Invitalia che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 (coronavirus).

E' prevista una dotazione finanziaria a favore delle imprese di 50 milioni di euro. 


Chi sono i beneficiari dell'incentivo CuraItalia?

Gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese italiane costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione ed escluse le ditte individuali.


Quali sono i requisiti da possedere per partecipare al bando CuraItalia?

Alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, le imprese devono:
- essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese ed avere almeno una sede sul territorio italiano;
- trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere sottoposta ad alcuna procedura concorsuale;
- essere in regola con la normativa edilizia ed urbanistica del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia ambientale;
- essere in regime di contabilità ordinaria;
- non rientrare tra le società che hanno ricevuto e non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
- essere imprese sane e non trovarsi in condizioni di difficoltà così come dispone il Regolamento GBER alla data del 31 dicembre 2019.


Quali sono gli investimenti ammissibili?

Sono ammissibili all'incentivo CuraItalia i programmi di investimento diretti all'incremento della disponibilità nel territorio nazionale di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale attraverso:

1. l'ampliamento della capacità di un'unità produttiva esistente già adibita alla produzione di dispositivi medici o di protezione individuale;

2. la riconversione di un'unità produttiva esistente finalizzata alla produzione di dispositivi medici o di protezione individuale.
 

La dimensione del progetto di investimento può variare da 200 mila euro a 2 milioni di euro. 

I programmi di investimento devono essere avviati dopo la data del 17 marzo 2020 ed essere completati entro il termine massimo di 180 giorni dalla data di notifica del provvedimento di ammissione alle agevolazioni.


Quali sono le spese ammissibili? Cosa di può fare?

Sono ammissibili alle agevolazioni tutte quelle spese necessarie alla realizzazione dei dispositivi medici e di protezione individuale, ed in particolare:
- opere murarie strettamente connesse all'installazione o al funzionamento dei macchinari o impianti ad uso produttivo;
- macchinari, impianti ed attrezzature varie commisurate alle esigenze del ciclo produttivo;
- programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa.


In cosa consiste l'incentivo CuraItalia?

Alle imprese beneficiarie è concesso un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni. Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.
 

La massima agevolazione conseguibile (in termini di Equivalente Sovvenzione Lorda) è 800 mila euro.
 

Sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).


Prevista la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto

Il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento:

  • 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
  • 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni;
  • 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni.

VANTAGGI

Procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata.

Previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti.

Iter di valutazione semplificato in 5 giorni.


Come presentare la domanda di finanziamento agevolato?

La domanda può essere inviata esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia, a partire dalle ore 12 del 26 marzo 2020.
 

Per accedere alla piattaforma è necessario registrarsi nell'area riservata di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario.

Una volta registrati bisognerà accedere ai servizi online, compilare direttamente la domanda e caricare tutta documentazione da allegare firmando i relativi documenti digitalmente, ove necessario.

Da qui invece puoi scaricare gratuitamente il nostro report su come realizzare il tuo Business Plan di successo in 8 semplici passi, una guida semplice e rapida che ti aiuterà ad iniziare la tua avventura imprenditoriale col piede giusto!

Per richiedere le agevolazioni è pertanto necessario disporre di una firma digitale oltre che di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

A seguito dell’invio telematico della domanda con i relativi allegati, verrà assegnato un protocollo elettronico.
 

Invitalia valuterà le domande in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento dei fondi.

Leggi le FAQ

Guida alla presentazione della domanda

Nota metodologica di valutazione dei programmi di investimento

 

Tutto chiaro fin qui?

Se anche tu vuoi rendere più competitiva la tua impresa e intendi beneficiare dei contributi a fondo perduto per la produzione e fornitura di dispositivi medici, clicca qui per ricevere la tua consulenza su misura.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi o lascia un commento.

STUDIO CAGGEGI & MAZZEO
Dottori Commercialisti Associati - Revisori Legali
Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 3714444418 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

ACCESSO CLIENTI

RECUPERO PASSWORD

Powered by Passepartout