Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 095 7993056 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

Avviare una nuova impresa con il Reddito di Cittadinanza

avviare-una-nuova-impresa-con-il-reddito-di-cittadinanza
Data
20 marzo 2019
Inserito da
Studio Caggegi&Mazzeo
Categoria
Finanza Agevolata

a cura del Dott. Emanuele Caggegi

Con l'entrata in vigore del Reddito di Cittadinanza, oggi per chi vuole avviare una nuova impresa esiste la possibilità di ricevere un piccolo contributo che aiuterà a lanciare la propria iniziativa imprenditoriale, nonostante si versi in condizioni di particolari difficoltà economiche.

Ecco di seguito chi può beneficiarne e in cosa consiste questo aiuto statale.

Che cos'è l'incentivo per l'autoimpiego per avviare una nuova impresa?

L'incentivo per l'autoimpiego è un contributo a fondo perduto disciplinato dal Decreto Legislativo 4/2019 (Reddito e Pensione di Cittadinanza) pari a sei mensilità di Reddito di Cittadinanza ed entro i limiti di 780 euro mensili. 
 

In sostanza si può ottenere un contributo fino a 4.680 euro.

Che tipo di impresa è possibile avviare?

E' possibile avviare un'attività lavorativa in forma di:
  • libera professione o lavoro autonomo;
  • impresa individuale;
  • società cooperativa.
Non è possibile utilizzare il contributo elargito dal Reddito di Cittadinanza per la costituzione di altre forme di società (ss, snc, sas, srl, spa, sapa). 

Entro quanto tempo deve essere avviata l'attività?

Per beneficiare dell'incentivo a fondo perduto è necessario avviare l'attività entro i primi 12 mesi di fruizione del Reddito di Cittadinanza.

A chi si rivolge l'incentivo per l'autoimpiego?

L'incentivo a fondo perduto per avviare l'iniziativa imprenditoriale è rivolto ai soggetti che percepiscono il Reddito di Cittadinanza e che quindi sono in possesso dei requisiti che puoi scoprire cliccando qui.

Quali sono le modalità per ottenere il contributo addizionale per avviare la nuova impresa?

Le modalità di richiesta e di erogazione del beneficio addizionale saranno stabilite con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro dello sviluppo economico.

Continua a seguirci per ricevere i prossimi aggiornamenti.
 

Tutto chiaro fin qui?

Per ricevere una consulenza su misura su come aprire la tua nuova impresa, clicca qui.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi o lascia un commento.

CATEGORIE
IN EVIDENZA
TAG
STUDIO CAGGEGI & MAZZEO
Dottori Commercialisti Associati - Revisori Legali
Via C. A. Dalla Chiesa, 16 - 95036 Randazzo (CT) - P.IVA: 04233620873 095 7993056 Lun-Ven: 9.30 - 12.30; 16.30 - 19.30 / Sab. Dom. Chiuso

ACCESSO CLIENTI

RECUPERO PASSWORD

Powered by Passepartout